Archivio mensile:dicembre 2012

News: Nuovo numero di “Abitare” dedicato a Bjarke Ingels

Standard

In edicola dal 7 Dicembre 2012 si può trovare il nuovo numero della rivista “Abitare” dedicato al celebre architetto trentottenne Bjarke Ingels. Abitare Being Big ha seguito per diversi mesi l’architetto ,fedelmente seguito dal suo team, in lungo e in largo per i suoi studi di New York e Copenaghen, attraversando la storia di 29 importanti concorsi internazionali ( in soli 7 anni ! ) e molteplici cantieri e progetti sparsi in tutto il mondo osservando il suo modo di relazionarsi, cercando di stare il suo “gesto” e la risposta dei suoi interlocutori sempre più diversi. Per info: http://www.abitare.it/it/abitare-being-big/bjarke-ingels-big-a-milano/

In copertina

In copertina

News: Mostra di Picasso a Milano

Standard

La mostra con sede al Palazzo Reale di Milano è stata prorogata di 20 giorni ( fino al 27 gennaio 2013 ). In esposizione ci saranno 250 opere ( tra dipindi, disegni e fotografie )  del grande artista spagnolo, alcune delle quali mai uscite dal Museo Picasso di Parigi. La mostra è curata da  Anne Baldassari, grande esperta, a livello internazionale, del pittore. Lo scopo di questa esposizione è quella di mettere a confronto tecniche e modi di pensare  che hanno caratterizzato tutta la vita dell’autore attraverso le sue varie fasi. Per tutte le info, andate sul sito: http://www.mostrapicasso.it/

Pablo Picasso - Ragazza su un Cuscino

Pablo Picasso – Ragazza su un Cuscino

Un campionato (Molto) Green

Standard

Per un mese, nell’assolata Madrid, si sono svolte le “Olimpiadi” della Bioarchitettura. L’idea è quella di creare, per un periodo momentaneo, un quartiere del futuro e ,anche, quello di mostrare i progressi dell’architettura e della progettistica per quanto riguarda le costruzioni  eco-sostenibili. Villa Solar è un villaggio tecnologico e off grid ( energicamente autosufficiente ) in cui si è tenuta la competizione: Solar Decathlon Europe 2012, che ha visto protagonisti 19 prototipi abitativi progettati da campus universitari di  11 Paesi, europei e oltreoceano. Per due settimane i progetti si sono sfidati in 10 prove ( proprio come nel Decathlon ) che hanno spaziato dal contenimento dei consumi energetici alla sostenibilità dei metodi costruttivi, all’impiego di materiali riciclabili e sostenibili . A vincere è stato il progetto francese ” Canopea” studiato per essere impilato come un torre dove svetta, alla cima, un panoramico giardino in grado di raccogliere energia solare sufficiente per la casa stessa. Gli italiani non sono stati da meno, guadagnandosi il 3° posto con il progetto “Med In Italy” basato sul modello tipico della casa mediterranea. La manifestazione ha riscosso un notevole successo superando i 220.000 visitatori, segno che La Bioarchitettura non è solo un sogno lontano

Progetto Francese Vincitore

Progetto Francese Vincitore

Pasolini al MoMA

Standard

pasolini

Il MoMA PS1 Di New York con la collaborazione di Luce Cinecittà Fondo Pier Paolo Pasolini/Cineteca di Bologna celebreranno la memoria di uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo. La rassegna durerà dal 13 Dicembre 2012 al 5 Gennaio 2013. In queste giornate, in onore dell’artista scomparso in circostante ancora misteriose, verranno a susseguirsi eventi di varia entità, come: Rassegna di alcuni suoi film, in versione HD, come L’accattone, Mamma Roma e Le storie di Canterbury, conferenze e dibattiti presso la New York University, una selezione di disegni, dipinti e poesie di Pasolini e appartenuti al personaggio esposti al Location One e alcuni seminari di varie associazioni italiane che hanno raccolto nuova documentazione sulla vita dell’acculturato bolognese. La notizia a reso fieri e commossi molti amanti del poeta, regista, sceneggiatore e tanto altro…che subito si sono messi in attivo per contribuire al meglio all’evento, regalando così, al grande autore, una nuova occasione per essere ricordato come Genio e non per l’infamie sulla sua persona.

L’Italia di Le Corbusier …e non solo.

Immagine

“Ammirare le opere e il genio di un’artista dal vivo e sempre un’esperienza diversa e superiore, rispetto al semplice studio fatto su un libro.” Questo è stato il pensiero e l’opinione dei presenti alla mostra, tenutasi al  MAXXI ( Museo Nazionale delle ari del XXI secolo ), su Le Corbusier .Oltre 600 disegni, schizzi, acquerelli, dipinti e fotografie originali per una esposizione che, seguendo un filo tematico e cronologico, documenta le molteplici influenze che l’Italia ha avuto sulla formazione e sul lavoro del maestro: dai primi viaggi agli inizi del Novecento ai progetti, mai realizzati, per il Centro Calcolo Olivetti di Rho e per l’Ospedale di Venezia degli anni Sessanta,  alle proposte “Dom-ino” per l’Italia  che hanno aiutato a comprendere meglio chi fosse Charles-Edouard Jeanneret, conosciuto come Le Corbusier dal 1920. Inoltre è possibile ammirare  i sei grandi fogli con disegni schizzati durante la conferenza di Milano nel giugno 1934 a documentare la  complessa formazione “italiana” dell’architetto. ( tema principale della mostra) L’occasione è stata anche utile per poter ammirare anche le altre opere presenti e il museo stesso, progettato da Zaha Hadid dopo non poche difficoltà. 

La mostra continuerà fino al 17 Frebbraio, consiglio a tutti di approfittarne sia per approfondire che per iniziare un viaggio dal vivo nel mondo di questo Celebre Architetto.LE-CORBUSIER-AL-MAXXI_2
roma_mostra_le_corbusier